Biografia
 
 
Mario Bruno, 
Nasce ad Amantea CS (I), il 10.06.1951. 
 
Nel corso della sua attività artistica ha partecipato e partecipa a collettive, personali, ed estemporanee. 
 
La sua attività artistica è frutto soprattutto di uno studio,attento e profondo dell’arte in se, in tutte le sue tendenze ed espressioni. 
 
Egli è un artista prepotentemente personale, nel suo modus creandi si riscontra come ogni tela sia segnata da un’ispirazione unica. 
 
Egli sa mantenere questa freschezza e questa coerenza nel tempo, il suo lavoro è una gran dimostrazione di vitalità artistica, riuscendo a creare delle tele artisticamente interessanti, dalle quali traspare una netta impronta impressionista. 
 
Dando a loro il giusto equilibrio, la giusta armonia organica, ed un insieme di tre elementi che sono: spazio,forma e colore, elementi di fondamentali importanze, per l’artista che vuole proporre all’osservatore, un opera completa, non solo nell’aspetto tecnico e formale, ma anche umano e sentimentale. 
 
L e sue opere sfuggono alle simmetrie scolastiche, esse si rivelano ante accademiche, ma perfettamente incanalate nei canoni più basilari della prospettiva e della conoscenza delle tecniche pittoriche. 
 
La sua espressione pittorica, ricca di forme, di colore, compiuti nella tecnica attinge al sentimento ed all’emozione,  e con grande abilità tecnica, egli raffigura persone, personaggi, situazioni, stati d’animo, punte di forza nello stile e di una produzione mai ripetitiva. 
Tutto questo diventa espressione di un sentimento profondo, le cui origini vanno ricercati in un grande movimento pittorico che coinvolse e rivoluzionò l’arte e la cultura Italiana,verso la fine dell’ottocento e i primi del novecento; del quale l’artista Mario Bruno né condivide e né appresta lo stile. 
Tale movimento pittorico fu denominato “impressionismo” dove la natura è fonda diretta d’ispirazione continua. 
 
 
 
 
 
 
Le opere di Mario Bruno, lasciano trasparire queste tecniche, dunque nei suoi lavori troviamo quasi  sempre un campo di grano, un ulivo, un contadino che lavora la terra, gli alberi lungo i viottoli di campagna, un pescatore che a cura delle proprie reti. 
Egli nei suoi lavori ci offre una visione della natura, ora sottintesa, ora esaltata, sulla quale si riflette l’emozione dei luoghi in cui vive, in tutta la loro totalità e nella loro struttura con accenti commossi e impressionisticamente vibranti. 
In questi insieme di verdi, di gialli, di rossi, nelle sue luci ed ombre, il colore”ragiona”in quell’estendersi di un prato verso il cielo, degli alberi nell’infinito, riflette in modo intimistico e religioso la visione di Mario Bruno sulla vita. 
 
Con questa vicinanza poetica alla natura l’artista crea e traduce nella pittura, con profondo fervore le emozioni, come un fatto spontaneo e comunicativo. 
Usando un linguaggio esperto artisticamente ed aperto al quotidiano,alla verità,alla realtà. 
Egli percorre le vie dell’arte, rendendo partecipe l’osservatore e richiamando la sua attenzione ad ogni singola pennellata, ad ogni suo significato. 
Queste caratteristiche, queste qualità fanno dell’artista Mario Bruno, un pittore completo, un elemento perfettamente inserito in tutto ciò che è espressione dell’arte.  
 
 
Vincenzo Segreti  
(Scrittore e giornalista)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ARCHIVIO NON CLICCABILE